BUE 2530

Originario di Lamezia Terme (CZ), si trasferisce appena maggiorenne dalla Calabria alla Firenze città d’arte, dove attualmente risiede, per diplomarsi all’Accademia delle Belle Arti.

Artista poliedrico e cromaticamente vivace, spazia con estrema naturalezza dalla street art al design. Possiede inoltre la qualifica professionale di tatuatore, dove si distingue tra migliaia per uno stile unico.

Bue riflette tutte le caratteristiche etiche del vero writer e come tanti suoi ‘colleghi’ tiene molto a farsi riconoscere per le sue opere che per la sua persona. Chiunque riesce a riconoscere il suo tratto: disegni dalla linea marcata, molto complessi e ricchi di dettagli. I temi che propone, per la maggior parte animali fusi tra loro e messi in moto da macchine lignee quasi davinciane , sono cupe illustrazioni contrastate da colori vivacissimi. In molti suoi dei suoi lavori, siano essi murals, drawings, tattoo o installazioni, si percepisce il tema della cecità umana rispetto al marcio che lo circonda e il maltrattamento della bestia fino all’accanimento.

Celebre nel capoluogo toscano per lo sticker con la yellow face affisso con frequenza virale sul tutto il territorio urbano, collabora anche con Clet per la gigante installazione di carta velina sulle reti di protezione montate per il restauro della torre di San Niccolò.

Negli ultimi anni ha spesso lavorato tra Cina, Thailandia e Repubblica delle Filippine, con numerose partecipazioni a festival e tattoo convention in tutto il mondo.

official website | www.bue2530.com

BUE 2530 x G LOOIS

ALT!rove – Street Art Festival 2014