ABSTRACTISM, Humanize landscape

Abstractism – Humanize Landscape prosegue un percorso di approfondimento del muralismo d’avanguardia italiano ed europeo, iniziato già un anno fa con la precedente edizione di Altrove Festival.

La dimensione umana torna ad essere centrale in un moderno processo di fare città, che parte dall’importanza della diffusione della cultura e dal valore sociale di bene collettivo. L’arte riacquista un ruolo fondamentale nella costruzione di una strategia di rinascita culturale, ritorna ad avere la missione sociale di stimolare nuove idee attraverso un’inedita esperienza visiva, coerente, pubblica e diffusa, contaminando centri urbani, architetture suburbane e paesaggi naturali.

Proporre una residenza di artisti mossi dagli stessi valori, in una scena inflazionata che sta perdendo lo spirito delle sue radici, significa spingere un movimento autentico, figlio del suo tempo e dei suoi spazi, ma sempre innamorato della bellezza della storia. Spetterà alla generazioni a venire immaginare la nostra come una collettività colta, una società consapevole della responsabilità che deriva dall’imporre un’immagine nel ritmo quotidiano della vita delle persone.

Un’umanità che rischia un linguaggio nuovo e ultra contemporaneo, una composizione energica capace di imporsi ai nostri sensi, degna di obbligarci a compiere un passaggio ulteriore che ci aiuti ad entrare all’interno delle opere, a immaginare l’evoluzione di un percorso creativo che ha portato l’artista a comporre quegli equilibri e quelle forme.

Agire d’azzardo in una terra ormai disabituata a scavare nel profondo, permette di mantenere acceso il fuoco di una comunità e di reindirizzare lo sguardo verso la qualità e non la quantità, la bellezza e non la grandezza, il qui e non l’altrove.

INFO

Giovedi 9 giugno inizia ALT!rove Street Art Festival. Quest anno per la terza edizione, il festival sarà ospitato dal complesso monumentale del San Giovanni, in piazza Garibaldi a Catanzaro. Dieci artisti nazionali ed internazionali, realizeranno dieci muri in dieci giorni. Nei locali espositivi del San Giovanni verrà allestita la mostra collettiva degli artisti, mentre i workshop, i talk ed i concerti si svolgeranno all’interno del chiostro che per l’occasione è stato reinterpretato da Orizzontale, collettivo di architetti con base a Roma, e dal videomaker Ehab Halabi Abo Kher.

La  mostra colletiva è visitabile dal 10 al 18 giugno dalle 15.00 alle 21.00.

La partecipazione a tutti gli eventi in programma ed alla mostra è gratuita.

ARTISTI

Sono 10 gli artisti che dal 9 al 18 giugno realizzeranno le opere murali ed esporranno nella mostra collettiva

 

2501

Alberonero

Alexey Luka

Aris

CT

Ekta

Gue

Nelio

Domenico Romeo

THTF

 

PROGRAMMA

GIOVEDI 9

18.00

Opening della mostra collettiva e dell’Headquarer del Festival all’interno del complesso monumentale del San Giovanni. L’allestimento dell’Headquarter è realizzato da ORIZZONTALE, un collettivo di architetti con base a Roma il cui principale oggetto di interesse è costituito dai processi di riattivazione degli scarti urbani. Il videomapping sarà invece realizzato da Ehab Halabi Abo Kher, videomaker e vj israeliano che vive ed opera da diversi anni in Italia.

19.00

Dj set nel chiostro

VENERDI 10

15.00

Mostra collettiva all’interno dei locali espositivi del Complesso San Giovanni. La mostra è aperta fino alle ore 21.00.

17.00

Workshop Arti Visive – Il laboratorio “Visioni Urbane” a cura dell’associazione DI.CO. accompagnerà i bambini nella creazione di una cartolina della città. Il workshop è dedicato a ragazzi dai 9 ai 13 anni, per partecipare gratuitamente è obbligatoria la prenotazione via mail all’indirizzo info@altrovefestival.it.

19.00

Dj set

23.00

Concert YOMBE, a cura di Fabio Nirta – Bizarre Love Triangles.

YOMBE è un duo electro-pop italiano fondato dal musicista e produttore Alfredo Maddaluno e dalla cantante e songwriter Cyen (Carola Moccia).

SABATO 11

15.00

Mostra collettiva all’interno dei locali espositivi del Complesso San Giovanni. La mostra è aperta fino alle ore 21.00.

17.00

Workshop di stampa serigrafica a cura di 56fili, laboratorio di serigrafia con sede a Roma che negli utlimi anni ha prodotto le serigrafie per alcuni tra importanti artisti festival e gallerie di arte urbana. Per iscrizioni scrivi a info@altrovefestival.it 

19.00

Dj set

23.00

Concert INUDE, a cura di Fabio Nirta – Bizarre Love Triangles.

Gli INUDE, duo elettronico nato nel 2014 in provincia di Lecce, sono Giacomo Greco (Programming/Voce/Chiatarra/Synth) e Flavio Paglialunga (Voce/Percussioni /Piano/Synth). All’inizio di quest’anno pubblicano il primo Ep, concepito in un appartamento di Milano e totalmente autoprodotto nel loro home studio. Lo stile è un mix variegato di generi, frutto di esperienze live ed ascolti differenti ma sorprendentemente complementari tra loro.

DOMENICA 12

15.00

Mostra collettiva all’interno dei locali espositivi del Complesso San Giovanni. La mostra è aperta fino alle ore 21.00.

LUNEDI 13

15.00

Mostra collettiva all’interno dei locali espositivi del Complesso San Giovanni. La mostra è aperta fino alle ore 21.00.

 

MARTEDI 14

15.00

Mostra collettiva all’interno dei locali espositivi del Complesso San Giovanni. La mostra è aperta fino alle ore 21.00.

 

MERCOLEDI 15

15.00

Mostra collettiva all’interno dei locali espositivi del Complesso San Giovanni. La mostra è aperta fino alle ore 21.00.

 

GIOVEDI 16

15.00

Mostra collettiva all’interno dei locali espositivi del Complesso San Giovanni. La mostra è aperta fino alle ore 21.00.

17:00

Workshop fotografico a cura dell’associazione CROMATICA.

19.00

Dj set nel chiostro

VENERDI 17

15.00

Mostra collettiva all’interno dei locali espositivi del Complesso San Giovanni. La mostra è aperta fino alle ore 21.00.

17.00

Talk – Arte urbana: la primavera del sud Italia, con Simone Pallotta (WALLS), Antonio Oriente (INCIPIT), Maria Caro (ZIGULINE), Biagio Villa (VIAVAI PROJECT), Edoardo Suraci (ALT!rove).

19.00

Dj set nel chiostro

23.00

Concert FUNK RIMINI, a cura di Fabio Nirta – Bizarre Love Triangles.

FUNK RIMINI nasce come collettivo organizzando party e jam session in Riviera. Nel 2015 il sacro fuoco del funk li trasforma in una band, poliedrico riassunto di tutte le loro esperienze. Funk, nu soul, hip-hop e broken beat, suoni allineati alle correnti Brainfeeder, che prendono forma attraverso synth d’annata, batterie elettroniche, basso, chitarra e una vocalità avvolgente in live magici ed esplosivi.

SABATO 18

15.00

Mostra collettiva all’interno dei locali espositivi del Complesso San Giovanni. La mostra è aperta fino alle ore 21.00.

17.00

Talk – Imprese Eretiche con Massimiliano Capalbo (ERETICAMENTE.IT). L’iniziativa nasce dalla consapevolezza del bisogno, da parte della società post-moderna, di eretici, ovvero di persone che hanno messo la sfida dinnanzi i loro occhi ed hanno affrontato la vita con eresia, scegliendo una strada differente, sfatando luoghi comuni, andando laddove altri credevano fosse impossibile andare.
Oggi c’è bisogno di eretici per uscire da una crisi che appare senza fine, per sconvolgere il modo comune di pensare e di agire, per remare controcorrente ed inventare nuove strade mai prima battute o dimenticate da troppo tempo per essere ripercorse.

19.00

Dj set

23.00

Concert FLOWERS OR RAZORWIRE, a cura di Fabio Nirta – Bizarre Love Triangles.

FLOWERS OR RAZORWIRE è un quintetto pugliese (Thom Sgarangella, Giovanni La Bianca, Dario Tatoli, Massimiliano Di Lauro e Danilo De Candia) concentrato di french house, tropical e chillwave. “Summerise è il loro disco d’esordio, prodotto dai FOR stessi e da Fabio Nirta.

PROMOSSO DA

MAIN SPONSOR

CON IL PATROCINIO DI

SPONSOR

NEWSLETTER

CONTACT

Your Name (required)

Your Email (required)

Subject

Your Message